Migliorare l’efficienza energetica della propria casa diventa sempre più semplice e accessibile, grazie agli incentivi dello Stato.

In un mercato immobiliare che spinge sempre più verso soluzioni abitative eco-friendly, con un occhio di riguardo per l’ambiente e il risparmio energetico, il fotovoltaico è una delle soluzioni più ricercate. Un’attenzione che è stata confermata anche dalla proroga, nell’ultima legge di bilancio approvata lo scorso dicembre, degli incentivi per l’installazione di nuovi impianti e il rinnovamento di quelli già esistenti. Chi intenderà effettuare questo tipo di investimento potrà godere di numerosi sgravi fiscali: detrazioni del 50% sulle ristrutturazioni edilizie e del 50-60% sugli interventi atti ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici (detto Ecobonus), oltre all’IVA al 10% invece che al 22%.

Un investimento che, grazie agli incentivi e ai risparmi in bolletta, può garantire un completo ritorno della somma impiegata in meno di dieci anni. Luigi Eucalipto, direttore delle vendite di Bluabitare – una delle aziende leader del settore – parla delle prospettive per questo tipo di energie rinnovabili nel nostro paese: “L’Italia, e in particolare il Sud, gode di un altissimo livello di irraggiamento solare, fattore che la rende candidata ideale per lo sfruttamento della tecnologia fotovoltaica”. Una condizione da sfruttare, dunque, per avere case sempre più efficienti e dal minore impatto ambientale possibile.

Con BluApp controllare il tuo impianto è ancora più semplice

Dopo l’installazione nella propria abitazione, un impianto fotovoltaico necessita di un continuo monitoraggio, per assicurarsi che le sue prestazioni siano sempre al massimo e sfruttarne al meglio le potenzialità. Bluabitare facilita questo processo attraverso la sua BluApp, un’applicazione per smartphone che permette ai clienti di verifi care in autonomia il funzionamento del proprio impianto e segnalare eventuali problemi. Allo stesso tempo, anche l’azienda si occupa del continuo controllo dei pannelli, così da permettere un intervento tempestivo in caso di guasti o malfunzionamenti. Una pratica che assicura che ogni impianto installato lavori sempre al pieno delle sue capacità, per garantire il miglior servizio possibile. Le soluzioni rinnovabili proposte da Bluabitare garantiscono il massimo comfort e le stesse prestazioni di altri tipi di tecnologie, ma ad un costo ridotto e con emissioni ambientali praticamente azzerate. La soluzione perfetta per chi vuole sfruttare al meglio le potenzialità della propria abitazione – ottenendo un risparmio in bolletta che può arrivare fi no all’80% – utilizzando energia proveniente da una fonte rinnovabile, ecologica e sicura come quella solare.

Innovazione tecnologica per prestazioni sempre al top

Il settore del fotovoltaico negli ultimi anni in Italia è letteralmente esploso, anche grazie all’arrivo sul mercato di aziende come Bluabitare, guidate da professionisti del settore che vogliono proporre ai clienti solo le soluzioni più all’avanguardia e soprattutto accessibili per le proprie abitazioni. Per poter garantire questo tipo di risultati, l’azienda utilizza la tecnologia Perc (Passivated Emitter and Rear Cell, emettitore passivato e cella posteriore), che agevola l’imprigionamento della luce in prossimità della superficie posteriore del pannello, per ottimizzare la cattura di elettroni.

Grazie a questa ricerca dell’innovazione e al continuo miglioramento dei prodotti, Bluabitare e il suo BluPanel rappresentano attualmente la più valida e redditizia tra le soluzioni rinnovabili, garantendo ai clienti un grado di efficienza energetica di molto superiore alle vecchie tecnologie. L’installazione di un impianto è una scelta che non solo permette di risparmiare sui costi in bolletta, ma rappresenta anche un gesto di responsabilità verso l’ambiente. Con i pannelli solari è possibile tradurre la luce solare in energia elettrica pronta all’utilizzo, senza alcuna emissione di gas a effetto serra. Inoltre, l’impianto riduce la domanda di energia da altre fonti tradizionali, contribuendo alla riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Persino l’impatto sul paesaggio risulta nullo, poiché la tecnologia specifica permette di integrare i moduli sulle superfici esistenti delle abitazioni. “La nostra prospettiva sulle future soluzioni abitative comprende sicuramente un uso dell’energia più efficiente e consapevole, con un importante incremento del comfort – sottolinea Luigi Eucalipto, Direttore Vendite-. Minori sprechi permetteranno di avere a disposizione più energia e di migliore qualità: questo darà l’opportunità a un numero sempre maggiore di persone di accedere a soluzioni smart, con un considerevole aumento della qualità della vita”. Grazie al suo team di agenti e collaboratori, Bluabitare offre supporto su tutto il territorio nazionale per preventivi e installazioni. Per informazioni, chiamare al numero 800 200 802.

Per risparmiare: come accedere alle detrazioni fiscali previste

Fino al 31 dicembre 2019, grazie al decreto rinnovabili, per chi deciderà di installare un impianto fotovoltaico sarà possibile accedere ad agevolazioni fi scali che permetteranno detrazioni pari al 50% delle spese sostenute. Per richiederle, è necessario inviare all’ENEA una copia dell’attestato di certificazione energetica, rilasciato da un professionista abilitato, insieme alla scheda informativa sui lavori effettuati. Grazie a questi incentivi, l’investimento iniziale – giunto ormai a cifre più che accettabili – può essere ulteriormente ammortizzato, permettendo a sempre più persone di avvalersi di questa tecnologia.

Il fotovoltaico si conferma così una soluzione conveniente non solo a livello ambientale, grazie al suo impatto ridotto, ma anche economico. Sempre più famiglie decidono di affidarsi all’energia solare per le proprie abitazioni, risparmiando cifre considerevoli ogni anno, al fronte di spese di manutenzione minime. Per l’installazione di pannelli ad acqua calda, inoltre, le detrazioni raggiungono addirittura il 65%: un’occasione da non perdere per tagliare defi nitivamente sulle spese per l’energia elettrica e il riscaldamento e contribuire a salvare l’ambiente.

Credit: La Repubblica